REGIONE PIEMONTE: Bando 16.7 “Strategie di sviluppo locale diverse dal CLLD (leader)”

BANDO REGIONALE DEL PIEMONTE

Scadenza del 30 Ottobre 2020 ore 23:59

Obiettivo

L’intervento è finalizzato a sostenere azioni collettive di partenariato pubblico-privato, ovvero Gruppi di Cooperazione, aventi lo scopo di attuare strategie di sviluppo locale.

Obiettivi che i progetti devono perseguire sono:

  • Migliorare le prestazioni economiche delle aziende agricole e promuovere la ristrutturazione e ammodernamento delle stesse;
  • Stimolare l’innovazione, la cooperazione, lo sviluppo di conoscenze nelle zone rurali;
  • Stimolare, in termini generali, lo sviluppo delle aree rurali;
  • Stimolare la creazione di un maggior collegamento ed interconnessione tra agricoltura, produzione alimentare e silvicoltura, da un lato, e ricerca ed innovazione, dall’altro, anche in termini di miglioramento delle prestazioni ambientali.

In linea con l’impostazione degli azioni riconducibili alla Misura 16, il bando si articola in due fasi:

Fase 1: finalizzata a sostenere la costituzione di un Gruppo di Cooperazione (partenariato tra operatori pubblici e privati) al fine di poter elaborare uno studio avente lo scopo di valutare la fattibilità, i costi e le tempistiche relativi a possibili progetti di sviluppo locale (in linea con gli obiettivi indicati);

Soggetti che possono presentare domanda sono i Gruppi di Cooperazione, a cui possono aderire:

1) enti pubblici territoriali o altri organismi di diritto pubblico;

2) operatori delle filiere agricole e forestali, compresi i loro consorzi e le loro associazioni;

3) PMI che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi e priorità della politica di sviluppo rurale.

Il Gruppo di Cooperazione deve comprendere obbligatoriamente, in qualità di Capofila, almeno una delle Unioni Montane o delle Unioni di Comuni presenti nell’area interna.

Deve, inoltre, aderire al Gruppo di Cooperazione almeno un soggetto di cui ai punti 2) e 3).

Fase 2: riconducibile all’elaborazione e prestazione di un progetto di sviluppo locale.

Alla Fase 2 è previsto possano partecipare solo i Gruppi di Cooperazione ammessi a finanziamento per la Fase 1.

Per ogni Area Interna può essere ammessa a finanziamento una sola domanda di sostegno, per ciascuna delle due Fasi in cui si articola il bando.

Le attività pianificate, in ogni caso, devono essere coerenti con la Strategia d’Area presentata o approvata.

A livello di Regione Piemonte, le  Aree Interne ammesse a partecipare al bando sono rappresentate dalle seguenti zone:

  • Valle Maira e Grana
  • Valle Ossola
  • Valle Bormida
  • Valli di Lanzo

Sostegno e dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria del bando si attesta in €uro 10 milioni.

Il contributo massimo complessivo concedibile ad ogni Area Interna è stabilito in € 2,5 milioni (percentuali di sostegno: 100% per le spese relative agli ambiti agricoltura e foreste; 50% per le spese relative all’ambito aree rurali).

L’importo massimo ammissibile, relativo alla Fase 1, è fissato in € 60 mila.

Il termine per la presentazione delle domande di sostegno riconducibili alla Fase 1 è fissato al 30 ottobre 2020.

Relativamente alla Fase 2, la domanda di attuazione del progetto deve essere presentata entro il 30/09/2021 (ovvero a fronte della presentazione dell’istanza di pagamento a saldo riconducibile alla Fase 1).

La domanda di pagamento a saldo della Fase 2 deve essere trasmessa entro il 31/03/2023.

Menu